>
<

Festival dello Sport

Un’immensa inchiesta giornalistica dal vivo per raccontare le imprese di grandi solisti e squadre leggendarie, atleti e atlete, campioni e campionesse di oggi e di ieri a tu per tu con La Gazzetta dello Sport. Trento è una città di appassionati che respira sport tutti i giorni, per questo le sue sale e teatri sono stati lo scenario ideale per queste quattro giornate ricche, intense e emozionanti, che lo scorso ottobre hanno offerto un palinsesto di oltre 60 eventi, tutti gratuiti.

La seconda edizione del Festival dello Sport ha letteralmente invaso gli spazi capoluogo trentino dal 10 al 13 di ottobre 2019: teatri, palazzi storici, le piazze (attrezzate per gli sport praticati), i cinema, la grande libreria e lo spazio dome su imprese, università e ricerca. Un ricco programma di attività indoor e outdoor, cultura, informazione e divertimento che ha animato Trento per quattro giorni dalla mattina alla sera.

A dare spessore all’evento sono stati anche i nomi altisonanti dei grandi dello sport che vi hanno presenziato: all’inaugurazione Federica Pellegrini con lo spettacolo delle Frecce Tricolori, Baldini, Luca Marini, Arrigo Sacchi, Federica Brignone e Alberto Tomba. E ancora le ragazze del calcio femminile e della pallavolo i ragazzi del Settebello e un collegamento in diretta con la nazionale italiana di calcio.

Già nel 2018 la Maffei Service aveva preso parte all’organizzazione della prima edizione del Festival dello Sport, allestendo e offrendo supporto tecnico presso 17 location tra piazze, sale, teatri, sparse per tutta la città. Con la collaborazione di 30 tecnici professionisti aveva garantito la buona riuscita di conferenze, concerti, spettacoli e camp che per quattro giorni hanno trasformato la città in un unico grande playground dove scoprire tutti i modi di vivere lo sport.

Di nuovo nel 2019 la Maffei Service era presente con il suo staff e la sua tecnologia per supportare lo svolgimento della seconda edizione del Festival dello Sport in diverse location della città. In particolare è stato gestito l’impianto audio e illuminazione per gli eventi che hanno avuto luogo all’interno del quartiere delle Albere (concerto con DJ set) e per le conferenze e i talk show presso il Muse. Anche alle gallerie di Piedicastello è stata allestita l’illuminazione e l’impianto audio per le conferenze dedicate al mondo del “gaming”.

Il 28 gennaio 2020 al Muse ha avuto luogo la conferenza stampa dedicata alla terza edizione del Festival dello Sport, che la città di Trento ospiterà nuovamente il prossimo ottobre. Anche in questa occasione Maffei Service ha curato la regia video e l’impianto luci della conferenza, anticipando il suo impegno e la sua professionalità a collaborare per la buona riuscita del prossimo Festival in arrivo.

30.01.2020

Festival dello sport 2
Festival dello sport 3
Festival dello sport 4
Festival dello sport 5
 
News & Press Vedi tutte
Oriente Occidente Dance Festival
Dal 3 al 12 settembre si svolgerà a Trento e Rovereto la 40esima edizione di Oriente Occidente Dance Festival, una realtà ormai radicata nel contesto trentino e conosciuta in tutta Europa, che rappresenta uno dei più importanti festival di danza contemporanea. La pandemia non ha fermato questo grande evento, che si presenta però in una versione rivisitata ed adattata al tempo attuale, caratterizzata da distanziamento fisico ma anche da voglia di ripartire.Come siamo cambiati in questo tempo di isolamento? Qual è oggi la nostra visione sul corpo? Cosa ci hanno fatto l’assenza di contatto fisico, la paura del contagio, l’incertezza diffusa sul futuro, le contraddizioni delle tecnologie, la fragilità che ha invaso il mondo? Siamo oggi più consapevoli della nostra finitezza? Quali pratiche per sopravvivere? Oriente Occidente Dance Festival non si allontana dai grandi temi che caratterizzano il contemporaneo: si interroga sul momento attuale, coinvolgendo artisti, intellettuali e pubblico in una riflessione che si sintetizza nel binomio corpo politico/corpo poetico.Per far fronte al propagarsi della pandemia abbiamo tutti assunto comportamenti responsabili che ci hanno portato a modificare le nostre abitudini quotidiane, il nostro modo di lavorare, di relazionarci con l’altro. Così è stato per il Festival, così è stato per gli artisti ospiti che hanno modificato e adattato le loro proposte, inserendole nella “polis distanziata”, dove il gesto poetico si fa politico: di presenza, di esistenza, di protezione. Ma, nonostante tutto, di relazione tra i corpi.Mesi di intenso lavoro hanno permesso all'organizzazione di rivedere il programma, adattarlo al periodo e non arrendersi, nonostante le difficoltà causate dell’emergenza sanitaria. La danza è per sua natura il linguaggio del corpo, che oggi più che mai diventa politico, oltre che poetico. Come gli opposti del mondo che Oriente Occidente ama mettere in confronto e in relazione da sempre, si alterneranno tra le pagine del 40° Oriente Occidente Dance Festival forza e fragilità, presenza e movimento, contatto e distanza, solitudine e socialità.Anche quest’anno Maffei Service sta contribuendo alla buona riuscita del Festival, portando il suo contributo tecnologico e i suoi tecnici professionisti a gran parte degli eventi sparsi sul territorio trentino. Stiamo fornendo impianti e materiali per gli eventi nei teatri e il service per gli spettacoli alla Campana dei Caduti e presso lo spazio “Progetto Manifattura” e supportiamo prove ed esibizioni per tutta la durata del Festival. La Maffei Service sostiene anche personalmente questo tipo di iniziative, per questo siamo tra gli sponsor di Oriente Occidente Dance Festival.08.09.2020
Trento Film Festival 2020
l 27 agosto 2020 è la giornata inaugurale della 68° edizione del Trento Film Festival: il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato ai temi della montagna, dell'avventura e dell'esplorazione. Un’edizione speciale e sperimentale, non solo per lo spostamento dell’evento dall'abituale settimana primaverile a fine estate, ma anche per l’inedito format della rassegna in risposta alle particolarità del momento che stiamo fronteggiando. Per la prima volta la presentazione del programma cinematografico avverrà, oltre che sugli schermi di Trento, anche all'aperto, in altri centri della provincia, e in streaming attraverso la piattaforma dedicata, accessibile comodamente da casa.Sono quasi 100 i film selezionati, di cui più di 20 al debutto assoluto e oltre 30 in anteprima italiana. Accanto alla rassegna cinematografica un ricco programma con più di 90 eventi, passeggiate, incontri e mostre per lo più all'aperto, gratuiti, per poter godere al massimo della compagnia dei protagonisti del Festival immersi nella bellezza delle montagne e dei laghi del Trentino.Le opere del Concorso sono 25, tra cui 14 lungometraggi e 11 cortometraggi divise in 14 anteprime italiane e 2 internazionali. La giuria della sezione che decreterà i vincitori dei due premi Genziana d’Oro e Genziana d’Argento comprende il regista spagnolo Carlos Casas, l’alpinista Matteo Della Bordella, Carmen Gray, la giornalista e critica cinematografica neozelandese, il reporter e filmaker italiano Gustav Hofer e la regista Salomé Jashi.Nella sezione “Terre Alte” del Trento Film Festival sono presenti molti film italiani, una scelta dettata dal difficile periodo che anche l’Italia ha vissuto e in linea con il tema dell’edizione che racconta il territorio, l’uomo e la natura. Anche la categoria ALP&ISM vanta una serie di opere straordinarie, come il film “Die Grosse Zinne” di Reinhold Messner che racconta con precisione la storia dell’alpinismo sulle Tre Cime, con attori alpinisti che ricostruiscono la storica scalata che portò sulla vetta della Cima Grande.L’intero programma sarà presentato sia attraverso le classiche proiezioni cinematografiche, sia sulla piattaforma streaming online Festivalscope, raggiungendo così facilmente appassionati di cinema, natura e montagna, di ogni dove. Il Trento Film Festival sarà il primo a utilizzare questo servizio in Italia, si tratta infatti di una delle tecnologie impiegate nei più importanti festival di cinema internazionali.L’edizione 2020 del Film Festival ha selezionato 100 opere che pongono al centro delle loro storie l’uomo e la natura: i miti dell’arrampicata Manolo e Adam Ondra, gli esploratori Alex Bellini e Max Calderan, il vignaiolo Josko Gravner, il fondatore di Slow Food Carlo Petrini, le Donne di Montagna e tanti altri protagonisti per un’edizione tutta da scoprire.Anche Maffei Service con il suo staff di tecnici professionisti sarà uno dei protagonisti del Trento Film Festival. Ci occuperemo del supporto tecnico alle sale cinematografiche e agli eventi presso il giardino del Muse. Nella giornata inaugurale seguiremo l’atteso dibattito tra il presidente del CAI Vincenzo Torti, lo scrittore Mauro Corona e il meteorologo Luca Mercalli, che si confronteranno su stili di vita e attività che confluiscono in un’unica cultura di montagna.Il giorno 02 settembre, giornata di chiusura della rassegna, la Maffei Service gestirà inoltre tutti gli impianti audio, luci e video per il “Gala di Premiazione”, la prestigiosa cerimonia di consegna ufficiale dei premi della 68° edizione del Trento Film Festival, che si terrà al Teatro Sociale di Trento.27.08.2020